545 visitatori e 3 utenti online
Visto da Est - Calma piatta
Stampa E-mail

Dopo la settimana rivoluzionaria appena trascorsa, questa è stata di stasi. Il mercato immobile è, probabilmente, servito a permettere di amalgamare vecchi e nuovi, nella speranza di non ripetere le nefandezze, costate la sconfitta, di San Siro. Ma anche (se non soprattutto) a permettere alla società di riordinare le idee, apparse ultimamente piuttosto confuse. Dopo il Bologna ci saranno due settimane per inserire adeguatamente eventuali nuovi innesti.

 
Napoli, che paura! Ma batte il Milan
Stampa E-mail

I rossoneri rimangono a tre punti, il Napoli torna a fare male ma per via delle solite disattenzioni rischia di gettare al vento un successo già maturato. Milik realizza una doppietta che chiude il primo tempo, facendo dimenticare di colpo Higuain, trovando un grandissimo Donnarumma davanti alla propria strada. Lo stesso si ripete nella ripresa, ma nel giro di quattro minuti Niang e Suso riportano in parità i rossoneri gelando il San Paolo. La svolta al 29', Callejon riporta avanti i suoi, poi Kucka e Niang si fanno cacciare e spianano la strada per il 4-2 sempre di Callejon.

 

Secondo turno di campionato per i granata, vogliosi di muovere la classifica dopo lo sfortunato ko esterno contro il Milan. Mihajlovic recupera Iago Falque ed, in parte, anche il serbo Ljajic, che sembrerebbe intenzionato schierare sin dal principio, anche se le sue condizioni potrebbero costringere il tecnico a scegliere diversamente permettendogli di entrare, magari, nella ripresa.

 

Pochissimi dubbi per il Bologna di Roberto Donadoni, che si presente all'Olimpico Grande Torino con tre punti in tasca e la possibilità, con un risultato positivo qualsiasi, di mantenersi i granata alle spalle. Il tecnico che in passato ha diretto la panchina della nazionale italiana schiererà un 4-3-3 molto diverso, per alternanza di gioco, rispetto a quello di Sinisa Mihajlovic.

 
Accadde oggi...
Stampa E-mail

28 agosto 1911 - Nasce a Mathi Canavese, in provincia di Torino, Alfredo Bodoira, portiere degli anni '40. Raggiunge il granata insieme a Borel II e Gabetto, nell'anno del primo scudetto del Grande Torino, che va in accoppiata con la vittoria della Coppa Italia. Battezzato con il nome di "pinza" dai tifosi, giocherà con questi colori in quarantasei occasioni, subendo cinquanta reti, pochi per l'epoca calcistica in oggetto.

 
La rassegna stampa del 28 agosto 2016
Stampa E-mail

Come aprono i quotidiani della carta stampata di oggi sul Torino (Tuttosport, La Stampa).

TUTTOSPORT

Il Toro punta Flamini
Il centrocampista è svincolato dall'Arsenal. Tisserand nel mirino
di Marco Bo
a pagina 10

 

Alla telenovela Maksimovic manca solo la parola fine che sarà scritta nelle prossime ore: il Napoli infatti ha accettato di arrivare a coprire i 30 milioni, bonus compresi, per il difensore serbo anche se in realtà nelle casse del Toro entrerà qualcosa in meno perché nella trattativa verrà inserito anche Valdifiori.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB