210 visitatori online

Il derby odierno rappresenta una delle ultimissime possibilità di salvare una stagione, oramai, pericolosamente alla deriva, appesa tra la speranza dell'impresa e il terrore del baratro che potrebbe spalancarsi sotto i piedi della squadra. Ma come si è giunti a questa situazione? La risposta più ovvia è sommando una sequela impressionante di errori.

 

Minuto 22 di Torino-Lazio, va in scena il duello psicologico che, molto probabilmente, potrebbe chiudere L’incontro, ossia il rigore del possibile 2-0. Lo vince, pur sbagliando, Marchetti, il quale mostrando di avere studiato il modo di calciare di Immobile. Si lancia alla propria destra con un anticipo esagerato, costringendolo a cambiare lato.

 
Visto da Est - Svolta pericolosa
 E-mail

Neppure l’incredibile tutto esaurito è stato sufficiente a spronare la squadra, oltre i propri attuali limiti e a battere il Carpi. Ora molto probabilmente, gli Emiliani torneranno ella serie cadetta, portandosi dietro il. poco invidiabile (per il Torino), record di imbattibili contro la compagine granata, rappresentando, ad ora, il momento più basso del progetto targato Cairo/Ventura.

 
Visto da Est - Granata, strana gente
 E-mail

Strana gente, quella del Toro, che fa il tutto esaurito per la partita con il Carpi, in una stagione, perlomeno, difficile, nella quale la squadra non ha saputo mantenere le aspettative. Strana dirigenza, questa del Torino, che si lamenta sovente della pressione soffocante che la piazza trasmette alla squadra, ma poi la chiama a raccolta nei momenti difficili.

 

Nonostante si trattasse di una partita non particolarmente difficile da gestire, almeno per l'agonismo visto in campo, la direzione di Cervellera di Taranto si è rivelata molto meno semplice del previsto, ed anche se nei giudizi non si è comportato sempre equamente, il risultato finale rende giustizia ad una direzione che non ha inciso sul risultato. Rimane qualche dubbio sulle scelte nella distribuzione dei cartellini.

 

La settimana che culmina nella trasferta di Palermo si chiude con l’addio di Amauri, che posto ai margini, non può fare altro che chiedere (ed ottenere) la risoluzione del contratto, dando modo ad un Cairo raggiante di abbattere ulteriormente il monte ingaggi. Peccato solo che al mister venga a mancare (almeno numericamente) una pedina da buttare dentro nelle situazioni d’emergenza.

 

Il secondo pareggio consecutivo nella settimana (da tre partite) che avrebbe potuto rappresentare il rilancio verso posizioni di classifica medio alta, certifica che i problemi al Torino, sono tanti e lontani dall’essere superati. Sempre che sia possibile farlo, visto che il mercato è, oramai, chiuso e le carenze (strutturali) non sono state colmate.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 6 di 30
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB