164 visitatori online
Banner
Visto da Est - Panorama Europa
 E-mail

Europa. Agognata, posta come obiettivo, sogno oppure possibilità concreta. Comunque la si guardi, fulcro dei pensieri di tutto l'ambiente sin da quando Mihajlovic è venuto allo scoperto (trascinandosi dietro nell’outing il presidente Cairo). I giovedì di Euro League (ma inconfessabilmente anche le serate Champions) risucchiano i tifosi in un vortice di sensazioni, che vanno dalla nostalgia per le imprese passate alle fantasie su quelle future.

Vedere gli altrui risultati non può che alimentare le voglie. Quando realizzi, con una punta d'orgoglio, che il San Mames resta inviolabile per le italiane, ma non per te. Quando realizzi che snobbare la competizione porta, inevitabilmente, alla figuraccia, ma “sai” che i tuoi beniamini non lo faranno, perché in passato non è mai accaduto (almeno in campo internazionale). L'attrazione si fa irresistibile. Prima dei sogni, però c'è da mordere il pane duro della realtà. E la realtà immediata é il Chievo di Maran. Compagine tosta, ben messa in campo e ricca di ex vogliosi di rivalsa. Da prendere con le molle insomma. Eppure, per dirla con Sinisa, non vincere significherebbe rendere vani i tre punti conquistati, nonostante una prestazione un po’ così, a Crotone. Perché la stagione è ancora lunga e, tra chi sogna e chi arranca, la concorrenza é agguerrita e poco propensa a cedere terreno.

In ciò la possibile assenza del Gallo può leggersi come un danno, oppure come un opportunità. Le cosiddette seconde linee, sono fondamentali per il successo di una stagione, anche in ottica della futura partecipazione ad una, per di più impegnativa, competizione supplementare. A chi scrive non dispiacerebbe un ulteriore possibilità per Maxi Lopez, meno simile, per caratteristiche, all'azzurro di Boyè, ma dotato di maggiore confidenza con la rete rispetto al suo, più giovane connazionale. Soluzione, peraltro, sulla carta altrettanto valida e con il vantaggio di un ulteriore step di crescita del ragazzo verso una futura titolarità. Sono però questioni secondarie. È infatti da tutta la squadra, che ci si aspetta l'ennesima dimostrazione di maturità, nel senso della continuità con le precedenti prestazioni, a consolidare la ritrovata solidità casalinga. A seguire, il cammino si farà impegnativo, ma stimolante, perché, come diceva qualcuno: vincere allena a vincere. Hai visto mai...

FORZA TORO!

 
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB